Forme assicurative a favore degli agenti raccomandatari marittimi.
Il F.A.M.A. – Fondo Agenti Marittimi ed Aerei – nasce a Genova il 31 gennaio 1985 con lo scopo di attuare forme di previdenza ed assistenza sanitaria ed altre forme assicurative a favore degli agenti raccomandatari marittimi, agenti aerei, mediatori marittimi e loro familiari, nonchè a favore delle rispettive aziende. Inizialmente l’adesione al Fondo ha carattere volontario. L’iniziativa ha subito un buon successo.

PIXABAY ozeanriese-423655Con le premesse favorevoli, il Fondo si propone come gestore della previdenza obbligatoria della categoria.

Nel 1995, difatti, con la legge 549 il Fondo viene assunto nell’ambito dei regimi previdenziali obbligatori. Si interviene modificando l’art. 16 della legge n. 135/77 che dispone che il Fondo gestisca le forme previdenziali obbligatoria degli Agenti Raccomandatari Marittimi..

In adempimento a quanto disposto dall’art. 16 della legge 135/77, il Ministero dei Trasporti stabilisce, con proprio decreto biennale, l’ammontare della contribuzione che deve essere versata al Fondo.

L’obbligatorietà dell’adesione al Fondo viene ribadita e rafforzata sia dall’INPS che dal Ministero del Lavoro: con una circolare del 28 marzo 1997 l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale acclara che i raccomandatari marittimi sono soggetti ad una contribuzione previdenziale obbligatoria, sostitutiva di quella ‘di cui all’art. 2 commi 26 e ss., della legge n. 335/95′ (gestione separata); Il documento del Ministero del lavoro che evidenzia l’obbligatorietà della previdenza gestita dal F.A.M.A. porta la data del 26 settembre 2006.

E’ in ragione di questi atti che oggi il Fondo gestisce con successo, giusta attenzione e cristallina chiarezza amministrativa la previdenza obbligatoria della categoria.